Tags

, , , , , ,

photo Didier Descouens

photo Didier Descouens – The Sile in Treviso

Se non siete ancora partiti per le vacanze o avete scelto Treviso come destinazione, un modo per passare una calda giornata e’ seguire il corso del Sile. Il Sile e’ il fiume di Treviso che con le sue placide acque ne circonda ed incornicia il centro storico.

Le sue risorgive sono distribuite tra Casacorba (TV) e Piombino Dese (PD) e scorre per 70km prima di sfociare nell’Adriatico, tanto da essere il fiume di risorgiva piu’ lungo d’Italia. Nel passato e’ stato un’arteria molto importante per lo sviluppo della popolazione locale, il tutto facilitato da un clima particolarmente mite lungo le sue sponde. L’area del fiume e’ tutelata dal Parco Naturale del Fiume Sile, che ne conserva le caratteristiche e ne implementa le strade ecologiche. Le strade ecologiche non sono altro che le vie alternative all’auto per scoprire ed ammirare il fiume, a piedi, in bicicletta o in barca a fondo piatto. 125km di vie ciclabili e pedonali sono a nostra disposizione, in un ambiente magnifico e mansueto, mentre le offerte per la navigazione spaziano dalle piccole barche elettriche che possono essere guidate senza patente, alle crociere che possono proseguire fino a Venezia o alle isole, in base alle nostre preferenze.

La tranquillita’ e bellezza del paesaggio e’ arricchito dalla fauna: il picchio verde ed il picchio rosso, germani, gallinelle d’acqua, aironi e dalla flora con vegetazione tipicamente palustre. Non mancheranno le bellezze architettoniche come i mulini ormai dismessi a testimonianza di un passato laborioso e le ville sulle sue sponde.

Lungo tutto il percorso sono numerose anche le possibilita’ per potersi fermare e fare una pausa. Nei pressi di Quinto di Treviso l’Oasi Cervara, di cui ve ne ho gia’ parlato nel post dello scorso 13 luglio, potrete vedere e partecipare all’addestramento di gufi e imparare qualcosa di piu’ sugli animali notturni. Se siete nei pressi di Silea, vi consiglio di fare un salto all’Osteria da Nea. Un’osteria che risale agli anni ’50 e che mantiene ancora intatta la sua tradizione di luogo in cui poter gustare un’ottima frittura di pesce.

link: http://www.parcosile.it/

link: http://www.oasicervara.it/

link: http://www.facebook.com/osteriadanea.silea?fref=ts

If you are not on holiday yet or chose Treviso as a destination, a way to spend a hot day is to follow the course of the Sile. As you may know, the Sile is the river of Treviso, that with its placid waters surrounds the old town. Its springs are distributed among Casacorba (TV) and Piombino Dese (PD) and flows for 70 km before emptying into the Adriatic, and it is the longest resurgence river in Italy. In the past it was a very important artery for the development of the local population, all facilitated by a particularly mild climate along its banks.

The area of ​​the river is protected by the Parco Naturale del Fiume Sile, which preserves the features and implements the ecological paths. The ecological paths are nothing more than alternatives to the tarmac streets to discover and admire the river, such as on foot, by bike or boat with a flat bottom. 125km of cycling and walking routes are available to us, in a magnificent and gentle setting, while the navigation offers range from small electric boats that can be driven without a license, to cruises to Venice or to the islands, based on your preferences.

The tranquility and beauty of the landscape is enriched by the wildlife: the green and red woodpecker, ducks, moorhens, herons and flora with typical marsh vegetation . Do not miss the architectural beauties like the now disused mills and villas along its shores. Along the route there are also numerous places to stop and take a break.

In Quinto di Treviso there is the Oasi Cervara, which I’ve already mentioned in the post of 13th July, where you can see and join a training of owls and learn a little more on these beautiful nocturnal animals. If you come across Silea, I recommend you to take a break at Osteria da Nea. An inn that dates back to the 50s and still maintains its tradition of place where you can enjoy delicious fried fish overlooking the river.

A317440_2300042311100_885760_n

B294406_2300043551131_1377801_n

B298553_2300045831188_28648_n

C299538_2300047391227_2575741_n

D301312_2300046751211_7265932_n

photo Oasi Cervara

photo Oasi Cervara

photo Oasi Cervara

photo Oasi Cervara

photo Osteria da Nea

photo Osteria da Nea

Advertisements